Il Piscio di Pracchiola

Piscio di Pracchiola in Valdantena

al Piscio di Pracchiola
al Piscio di Pracchiola
il Piscio di Pracchiola
il Piscio di Pracchiola

Una manciata di chilometri, tre per la precisione, separano Pontremoli da una delle valli più belle dell’intero Appennino, la Valdantena.

Un susseguirsi di boschi, campi coltivati, pascoli punteggiati, di tanto in tanto, da piccoli e antichi borghi in pietra.

Questo è lo scenario che appare infatti a chi, abbandonata la SE 62 della Cisa, attraversa la Valdantena, imboccando la strada che conduce al passo del Cirone.

E proprio sul limitare della Valdantena, si trova il Piscio di Pracchiola: una suggestiva cascata formata dalle acque del Magra, che, dopo un salto di alcune decine di metri, vanno a formare un laghetto balneabile.

Piscio di Pracchiola: il percorso

Pracchiola: passaggi voltati
Pracchiola: passaggi voltati

Il percorso che conduce al Piscio ha inizio in un borgo, Pracchiola, carico di storia e, tuttora, caratteristico per i suoi passaggi voltati.

Un paio d’ore di passeggiata consentono di raggiungere l’affascinante cascata che scende dalla montagna, con un fragore che aiuta ad individuarla.

L’itinerario si snoda interamente su sentiero. In alcuni tratti all’interno del bosco ed in altri lungo il greto del fiume.

Il luogo è frequentato da persone di ogni età. Infatti, oltre che per una bella passeggiata, è deale per un bagno tonificante, per gratificare gli amici a quattro zampe con una sgambatura divertente, per trascorrere una giornata diversa.

Ancor più, il Piscio di Pracchiola ben si presta a condividere un’esperienza coinvolgente con i bambini.

E’ infatti un luogo destinato a stimolarne la fantasia, ad introdurli in un mondo intriso di magia, popolato da elfi ed altri spiritelli, che talvolta appaiono realmente, nelle spoglie di uno scoiattolo, un ghiro, un tasso, etc.: un giorno di sano distacco dalla tirannia dei moderni intrattenitori elettronici.

I frequentatori del piscio di Pracchiola, comunque, siano essi famiglie, giovani innamorati, stagionati camminatori, etc. hanno tutti qualcosa in comune che li induce immediatamente a familiarizzare: un sano amore per la natura e le sue bellezze.